Festival libero per giovani artisti

Antefestival è giunto alla terza edizione. Anche quest'anno, nella cittadina di Novellara, si terrà il festival dedicato ai giovani artisti che avranno la possibilità di esibirsi ed esporre le proprie opere gratuitamente e liberamente nel cortile della storica Rocca dei Gonzaga.

Nelle giornate di venerdì 10/09 e sabato 11/09 2021, gli artisti coinvolti nel festival avranno la possibilità di esibirsi davanti ad un pubblico fervente, partecipare a workshop con esperti e laboratori, condividendo spazi e attività con gli altri partecipanti in un'atmosfera carica di arte, libertà d'espressione e creazione.

Le iscrizioni si sono chiuse domenica 01/08, a breve uscirà il programma, inscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti.

Per assistere alle performances sarà necessario musirsi di green pass e prenotarsi dalla sezione prenota del nostro portale. Sarà possibile prenotare posti per Antefestival fino al 09/09. Una volta registrata la prenotazione, riceverete una mail di conferma. Succesivamente, riceverete una mail con tutte le informazioni che vi permetteranno di partecipare ad Antefestival.

Il cortile della Rocca

Il cortile della Rocca di Novellara è la sede di Antefestival. La platea, con le normative sanitarie in vigore, conta fino a 200 spettatori seduti.


La mostra

Sotto il porticato della Rocca sarà allestita la mostra delle opere figurative. La mostra rimarrà aperta per tutta la durata del festival e sarà sempre sorvegliata da membri dello staff.


I laboratori

Durante il pomeriggio verranno organizzati dei laboratori con esperti. Puoi consultare l'elenco completo dei laboratori in programma nella sezione "laboratori".


Le esibizioni

A partire dal tardo pomeriggio, si alterneranno sul palco principale le esibizioni degli artisti selezionati nella sezioni di musica, danza e teatro.


Laboratori

Durante le giornate di venerdì 10 e di sabato 11 verranno organizzati dei laboratori artistici gratuiti con esperti.

Non è necessario esporre le proprie opere al festival o essere stati selezionati per partecipare ad un laboratorio: tutti gli interessati possono iscriversi e partecipare.

I laboratori che abbiamo in programma fino ad ora sono elencati qui sotto. Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sui nuovi laboratori. La prenotazione è obbligatoria ed i posti sono ad esaurimento, iscriviti subito per non perderti neanche un momento ad Antefestival!


Moussa Lo
Laboratorio di danze e ritmi dall'Africa occidentale

Il primo obiettivo del laboratorio è quello di permettere ai partecipanti di approcciare il ritmo e la musica in modo allegro e leggero. La cultura Africana è ricca di magia, di racconti epici e di leggende che portano la memoria della vita e delle gesta di grandi Re e Regine; tutto ciò è sintetizzato e trasmesso oralmente attraverso la musica e la danza. La peculiarità della didattica orale della disciplina non la rende meno precisa o puntuale nei contenuti o nella complessità ma ne agevola notevolmente la fruizione da parte degli allievi facendo leva sull’importanza del lavoro di gruppo e dell’ascolto reciproco. Con questo metodo i partecipanti apprendono in modo divertente e spontaneo coniugando educazione musicale ed esercizio del rispetto dei tempi dell’altro e della pazienza. Un altro importante obiettivo è quello di dare ai partecipanti la possibilità di vivere la naturalezza del loro corpo. Le percussioni Africane, infatti, sollecitano in modo naturale la fantasia e l’espressione spontanea delle emozioni che viviamo tutti i giorni, attraverso la musica il corpo libera rigidità e tensioni che difficilmente trovano sfogo. Grazie ad un’antica tecnica dalle radici millenarie il corpo e la mente trovano sollievo, energia, conforto e ciò che spesso manca maggiormente nei ritmi frenetici della quotidianità: condivisione. Ultimo, ma non meno importante, obiettivo del corso è quello di dare ai partecipanti un piccolo saggio di alcuni bellissimi stili musicali che hanno attinto dalle radici della tradizione Africana: Gospel, Soul, Jazz, R&B, Hip-Hop, Funky, Zouk. Gli strumenti della tradizione Africana che verranno presentati sono lo djembe (tamburo dalla forma conica che viene suonato percuotendo la pelle con le mani), e il doundoun (triade di tamburi di forma cilindrica con pelli montate su entrambe le estremità che vengono percossi simultaneamente con l'ausilio di bacchette di legno).

  • In programma: 11/9 ore 16:00
  • Luogo: Rocca di Novellara

Moussa Lo -in arte Dougoufana- nasce in Senegal. Nel 1986 partecipa al “Festival International Panafricain des Artes et Cultures” tenutosi in Senegal nella cittadina di ‘Mbour, conseguendo il diploma di Artista e Coreografo. Poco dopo inizia la sua carriera presso l’Ecole des Artes et Cultures di Dakar presso la quale insegnerà per quattro anni. Custode ed esperto conoscitore di danze, ritmi e tradizioni dell’Africa Occidentale collabora con diverse compagnie tra le quali: Ballet Ritme Africaine du Sénégal, Ballet d’Afrique Noir, Unité Africaine (per la quale ha lavorato come coreografo) e Ballet National du Sénégal. Ha collaborato con famosi musicisti (fra i quali Youssou N’dour, Ismael Lô) e l’orchestra Nazionale del Senegal. Dal 1992 al 1995 è stato direttore artistico della compagnia di danza Super Tam Tam d’Afrique. Nel 1995 si reca in Europa in tournée e collabora all’incisione del disco e alla realizzazione del video di Jovanotti “L’ombelico del Mondo”. Dal 1996 vive stabilmente in Italia. Dal 1996 al 2003 ha collaborato in qualità di insegnante e coreografo presso il Centro Permanente Danza “Let’s Dance” di Reggio Emilia. Nel 2001 viene nominato direttore artistico dell’Accademia della Danza e della Musica di Modena. In questi stessi anni tiene stages e laboratori professionali in Italia e all’estero (Francia, Spagna, Svizzera, Belgio, Germania, Inghilterra, Stati Uniti, Canada e Africa) e fonda numerosi gruppi di danza moderna, afro salsa e funky in Europa ed il gruppo multietnico di danza tradizionale africana “Sundiatà” del quale è ancora oggi coreografo e direttore artistico. Nel 2004 fonda, insieme al fratello Cheikh, l’Associazione Interculturale Afrodanzalo. Tra le numerose attività organizzate da Afrodanzalo, il Festival delle Arti Africane “AfricheneRE” tenutosi nel giugno del 2004 a Reggio Emilia, costituisce un momento importante per i fratelli Lô che, per quell’occasione invitarono il padre in Italia e allestirono una mostra delle sue opere presso la sala espositiva della struttura Ex Stalloni di Reggio Emilia. Nel 2007 fonda il Centro Culturale Penthi-My nella Cittadina di Ngaparou in Senegal, con l’intento di proseguire l’impegno del padre nel cercare di dare un futuro migliore ai giovani Africani e mantenere viva la tradizione artistica dell’Africa Occidentale. Nel 2007 inizia la sua collaborazione artistica con la scuola di danza Arcadia di Reggio Emilia. Nel marzo 2008 ha inciso e pubblicato il suo primo album intitolato “In Memory of B.R.A.S.S.” in collaborazione con la Compagnia di danza “Sundiatà”. Nel 2010 ha inciso il suo secondo album intitolato “Sama Afrique” " tributo alle tradizioni e ricerca sull'influenza e l'integrazione della musica Africana con i generi musicali del mondo Occidentale. Nel 2016 ha pubblicato l’album intitolato “Mamar & Jape” tributo ai valori dell’amicizia e dei rapporti familiari. Tra il 2014 e il 2016 organizza due esposizioni di alcune delle sue opere fixè sous verre presso la sala espositiva di Rossoamapola in Via Borgo del Correggio 48/a – Parma. Negli ultimi anni oltre a curare la presidenza dell’Associazione Afrodanzalo, ha tenuto laboratori di danza (afro, hip - hop, salsa, Kizomba, afro moderna) e musica in Europa e Stati Uniti. Grazie all’amore, alla profonda conoscenza della sua cultura, allo spirito pionieristico e alla curiosità avuti nell’approccio con le culture straniere, Moussa Lô ha potuto fondere, in nuovi stili di danza e musica, la tradizione Africana e quelle conosciute lungo il suo percorso artistico.


Francesca Caselli
Corpi di donne

Il laboratorio Corpi di donne nasce dal progetto coreografico Franca e dall’esperienza di trasmissione accumulata alla guida del corso di danza contemporanea e improvvisazione La scelta del corpo. È un tempo dedicato all’ascolto del proprio corpo, del movimento che da esso emerge a partire dalla condivisione di principi della danza contemporanea e tecniche di improvvisazione, come il fuori peso, il corpo liquido e la vibrazione. È anche un tempo per condividere con il gruppo le proprie scoperte attraverso parole, disegni e movimenti. Lo scopo del laboratorio è imparare ad ascoltare i propri bisogni, a contattare la propria intimità e, riuscendo a mostrarsi con meno giudizi e sovrastrutture possibili, insieme ad altre donne, realizzare un ambiente “safe” di condivisione ed espressione, per avere occasioni di incontro e costruzione di legami e nutrire la qualità dell’inclusione sociale femminile in una società patriarcale. Fondamentale per il processo è l’attraversamento dell’azione performativa, con una restituzione aperta o informale, in quanto la diffusione dell’atto politico danzato racchiude il senso di tutto il progetto e della sua trasmissione. Alla base del laboratorio è presente un processo di ricerca sulla femminilità che, oltre alla condivisione di pratiche corporee su cui si fonda il lavoro, trasmettere l’azione politica che si mette in atto e aprire a feedback e dibattiti il contenuto. Il laboratorio nasce per donne, di età e origini diverse, danzatrici e non. Il workshop si divide in due momenti con la possibilità di fermarsi in pausa pranzo in loco: il primo dalle 10 alle 12 si terrà nel loggiato al chiuso, il secondo dalle 15 alle 17 all'aperto nel giardino della Rocca. Alle partecipanti è richiesto portare una gonna di media/lunga lunghezza. Il laboratorio è esclusivamente riservato per le donne.

  • In programma: 10/9 ore 10:00
  • Luogo: Rocca di Novellara

Francesca Caselli danza per DNA dance company di Elisa Pagani (Bologna) e per la compagnia Malaxe di Emaline Guillaud (Francia). Insegna danza contemporanea e improvvisazione conducendo il corso La Scelta Del Corpo. Pratica Contact Improvisation e Tatto interno. Ha danzato per David Zambrano (AGE, Belgio), Giovanni Scarcella, Roy Assaf (Biennale Danza College 2014), DiA Junior company (Paesi Bassi) e Iuvenis Danza (Verona) . Si è formata a Scenario Pubblico e ha studiato con Loris Petrillo e D. Zambrano. Collabora con ootherside collective, collettivo internazionale di performers e musicisti, e con Restalabile, collettivo di sperimentazione di video arte. A gennaio 2020, al termine del Corso di alto perfezionamento il Danzautore Contemporaneo, ha presentato Franca. Mostra di pezzi, primo studio con cui è stata selezionata per Nuove Traiettorie XL (Rete Anticorpi XL), è artista associata di DNA dance company ed ha ottenuto una borsa di studio attraverso l’azione SupportER di Anticorpi XL.


Sara Giuberti
Laboratorio di Acquerello

Introduzone alla tecnica dell'acquerello, per scoprire e riscoprirne le potenzialità attraverso giochi di colore e copie dal vero. Ai partecipanti è consigliato di portare con sé il materiale: acquerelli, pennelli e fogli

  • In programma: 11/9 ore 16:00
  • Luogo: Rocca di Novellara

Sara Giuberti è nata a Reggio Emilia nel 1971. La sua formazione si è costruita attraverso la frequentazione, a Milano, prima della scuola dell'acquerello di Angelo Gorlini e, negli ultimi anni, dello studio di Ettore Maiotti. Ha seguito inoltre per brevi periodi seminari tenuti da Davide Benati e Piet Van Leuven. Ha incentrato per un lungo periodo la propria ricerca sul colore e sul paesaggio, al limite fra figurazione e astrazione. Attualmente esplora le potenzialità del disegno e della forma con l’impiego di una gamma cromatica tendenzialmente neutra e basata sull’impiego dei soli colori primari.


Lara Daoli
Sguardi in relazione

Una ricerca coreografica che si sviluppa sulla relazione attraverso lo sguardo. Partendo dalla creazione di una sequenza di movimenti personali guidata dagli occhi: occhi che diventano oggi il principale strumento di comunicazione e relazione, occhi che si sostituiscono a un sorriso o una stretta di mano, fino ad arrivare a una vera e propria interazione a distanza tra corpi danzanti che dovranno muoversi in un luogo insolito ma suggestivo che potrà essere fonte di ispirazione per la creazione coreografica.

  • In programma: 11/9 ore 14:00
  • Luogo: Rocca di Novellara

Studia danza classica e contemporanea dall’età di 6 anni presso centri specializzati nel territorio reggiano e bolognese quali: scuola di danza Elleboro, Let’s Dance, Scuola di Balletto Classico Cosi-Stefanescu, Centro Studi Danza Eidos, Centro Studi Danza Chorea di Bologna. WORKSHOP con Mauro Bigonzetti (Reggio Emilia), Mauro Astolfi (Reggio Emilia), Eugenio Buratti (Reggio Emilia), Daniel Tinazzi (Reggio Emilia), Loris Petrillo (Reggio Emilia), Fabrizio Monteverde (Reggio Emilia), Enzo Celli (Parma), Alessia Gatta (Correg- gio), Urs Stauffer (Milano), Dancewoods Festival con Ivan Mijacevic e Jos Baker (Modena). Formazione Segni Mossi 1 con Alessandro Lumare e Simona Lobefaro, a breve paretiperà al 2. FUNDAMINSKY TECHNIQUE & GAGA Ohad Naharin’s Movement Language con Shlomit Fundaminsky e Natalia Iwaniec. Erion Kruja. In Formazione per diventare Maestro GIOCODANZA ®. DANZATRICE per Compagnia Chorea di Bologna, Coreografia Martina Marini Chi è la più bella del reame 2000 Compagnia Eidosdanza Butterfly, 3 x 1, P.M., Rea, 2000-2006 entra nel COLLETTIVO XL con Laura Matano, Sabrina Rigoni, Jessica Incerti Telani, Andrà Bassi L’uomo d’acqua e la sua fontana, Motion&Motion 2015 COREOGRAFA per Centro Danza Teatro Correggio (RE) 2003-2012 2005 In Giappone con LE CITTA INVISIBILI 2006 A Viareggio Shakespeare Festival con STREGHE 2008 Per l’anniversario di A. Allegri “il Correggio” con OCCHI LUCENTI E BELLI (Veronica Gambara) 2012 A Bagnone (MS) assieme a Pamela Villoresi e “Anime Salve” con MARINELLA INSEGNANTE dal 2000 insegna per le scuole di Reggio Emilia e Provincia quali: – Centro Studi Danza Eidos diretto da Elisa Daoli e Sabrina Di Lecce – Centro Danza e Teatro di Correggio, oggi ARS21 diretto da Antonella Panini – scuola di danza Elleboro di Novellara, oggi A.S.D. DANZASTUDIO diretta da Luciana Guidi, Cristiana Bergamaschi e Lara Daoli TRAINER E PRE TRAINER GYROTONIC® TRAINER GYROKINESIS® Nel 2004 si specializza come insegnante della metodologia GYROTONIC® e l’anno dopo della metodologia GYROKINESIS® facendolo diventare il suo lavoro insieme all’insegnamento della danza.


Christoph Nussbaumer
Laboratorio di sketching

Lo schizzo o schizzo è il modo più efficiente per sviluppare visivamente un'idea. Questo ci permette di trasmettere in modo semplice il concetto generale di un prodotto e di far sì che chi lo vede possa comprenderne il design e l’utilità.

  • In programma: 11/9 ore 10:00
  • Luogo: Rocca di Novellara

Christoph Nusbaumer nasce nel ‘70 in austria e cresce vicino al lago di Costanza nelle alpi. Trascorre molto tempo della sua infanzia lavorando nel ufficina di lattoneria paterna. Compete in comitato di sci livello nazionale fino a 16 anni e dopo un infortunio decide di dedicarsi al design e cominca un percorso formativo come grafico in una tipografia. Nel ‘89 si iscrive al corso di design del prodotto alla Scoula Politecnica di Design guadagnandosi gli studi lavorando come lattoniere, disegnatore tecnico e maestro da sci per bambini. In seguito dopo il servizio militare negli alpini lavora come designer d’interni a Salisburgo e progetta per clienti contract e privati. Ritorna nella zona d’origine lavorando in una agenzia publicitaria come assistente dell art director creando immagine coordinata e concetti di packaging per aziende di moda e di prodotti B to B. L’anno sucessivo acetta un incarico come senior industrial designer in un noto studio di design di Milano e si dedica oltre al design di prodotti medicali sopratutto all design di alticoli sportivi. Specializzato in biomeccanica, ergonomia e strategia di prodotto nel ‘97 fonda il suo studio a Novellara e progetta per i leader dell settore sci e outdoor. Dirige un piccolo flessibile team di designer e ingegneri offrendo soluzioni di high end ai suoi clienti internazionali lavorando in svariati settori dallo sport, prodotti di consumo e prodotti professionali. Ispirato da nuove technologie segue tutte le fasi di design e progettazione includendo anche prove di esperienza utente. Lo poi incontrare nelle alpi faccendo sci & sci alpiniso, ciclocross o nel suo laboratorio artistico e in cucina.


Il bando

Antefestival è un progetto dedicato a tutti i giovani artisti che sono alla ricerca di uno spazio libero dove esibirsi. Tutti gli artisti iscritti potranno esporre le proprie opere o esibirsi con le loro performance. Non ci sono vincoli di genere o forma d'arte. Partecipare ad Antefestival non significa solo esibirsi: il festival propone a tutti i suoi partecipanti una serie di workshop e di laboratori durante i quali gli iscritti potranno lavorare con esperti e con altri giovani artisti.

Anche le arti non performative faranno parte della mostra: negli spazi della storica Rocca di Novellara verrà allestita una mostra delle fotografie, dei dipinti e delle sculture che verranno inviate al festival. In una sala multimediale che rimarrà aperta per tutta la durata del festival verranno mostrate le opere cinematografiche che ci verranno inviate.

L'iscrizione è aperta a tutti i giovani artisti fino ai 30 anni. Sarà possibile iscriversi ad Antefestival fino al 01/08. Dopodiché, la direzione organizzerà il programma e contatterà gli artisti ammessi.


Iscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti


Programma

Sotto i portici della Rocca di Novellara verrà allestita la mostra, che sarà aperta nelle giornate di venerdì 10 settembre e sabato 11 alle ore 10 fino alle ore 24. L'accesso alla Rocca dalle ore 10 alle ore 19 è libero, mentre per accedere dalle ore 20 alle ore 24 (e dunque anche alle esibizione) è obbligatorio prenotare ed essere in possesso di green pass. Entrambe le serate si terranno le esibizioni degli artisti selezionati nelle categorie di arti performative.

Venerdì 10

La serata di venerdì 10 prevede le esibizioni di:

  • Modena formazione danza
  • Teatro disperato
  • Lost movement
  • Compagnia delle lucciole
  • Elena bolelli
  • Giovanni Careccia

Sabato 11

La serata di sabato 11 prevede le esibizioni di:

  • LaMED
  • Malvax
  • Kabirya
  • Luca Fol
  • Sonogiove
Entrambe le serate, le esibizioni inizieranno alle ore 21 ed avranno termine alle ore 24.

Dove siamo

In auto:

  • Tramite A22: seguire l'uscita "Reggiolo-Rolo" e seguire le indicazioni per Novellara.
  • Tramite A1: seguire l'uscita "Reggio Emilia" e seguire le indicazioni per Guastalla, Mantova e Novellara.

In treno:

  • Tramite alta velocità: scendere alla stazione"Reggio Mediopadana", al piano inferiore della stazione prendere un treno della linea Reggio-Guastalla e scendere alla fermata di Novellara.
  • Tramite treno Regionale e Intercity: scendere alla stazione "Reggio Emilia" e prendere un treno della linea Reggio-Guastalla e scendere alla fermata di Novellara.
Per informazioni relative a treni ed autobus linea Reggio-Guastalla: https://www.tper.it/regu.

Telefono


+39 346 644 2543
Davide